Festa del Ringraziamento: la memoria di una storia e l’impegno per il futuro

Bacheca, Eventi

Luciana Leone e Francesca Cipolloni

Il 14 marzo non è un giorno qualsiasi per il Rinnovamento nello Spirito Santo e chi vive l’esperienza del Movimento lo sa bene. La “Festa del Ringraziamento” costituisce una tappa fondamentale di un percorso in cui il Signore ha tracciato, passo dopo passo, una via maestra nel cammino di maturità ecclesiale: prendendo in prestito le espressioni adoperate nel 2016 dal Presidente Salvatore Martinez, la data del 14 marzo, infatti, rappresenta «una vera e propria occasione propizia per ridire la nostra fede cattolica, la nostra testimonianza carismatica, l’importanza di essere, nella Chiesa e per la Chiesa, un permanente “Giubileo della Misericordia”». 

In questa data il RnS fa memoria di quel giovedì di un lontano, ma non dimenticato 2002 in cui venne approvato definitivamente lo Statuto del RnS da parte del Consiglio Permanente della Conferenza Episcopale Italiana (clicca qui per lo Statuto). 

L’approvazione dello Statuto e l’incontro con Giovanni Paolo II

In quella giornata, una delegazione del Rinnovamento venne ricevuta da san Giovanni Paolo II in Vaticano: restano scolpite nei ricordi, come una delle pagine più significative del Magistero del Pontefice sul Rinnovamento, le parole pronunciate in occasione di questa quarta Udienza, caduta esattamente nel 30° anniversario della nascita del Rinnovamento in Italia: «Il Rinnovamento nello Spirito può considerarsi un dono speciale dello Spirito Santo alla Chiesa in questo nostro tempo. Nato nella Chiesa e per la Chiesa, il vostro è un Movimento nel quale, alla luce del Vangelo, si fa esperienza dell’incontro vivo con Gesù, di fedeltà a Dio nella preghiera personale e comunitaria, di ascolto fiducioso della sua Parola, di riscoperta vitale dei Sacramenti, ma anche di coraggio nelle prove e di speranza nelle tribolazioni». Il Santo Padre, che al Rinnovamento impresse uno slancio ecclesiale e un’impronta indelebile, non mancò di ripercorrere le altre precedenti circostanze di incontro: «Dalla prima, nel 1980, nella solennità di Cristo Re, a quella del 1998, alla vigilia dell’Incontro con i Movimenti ecclesiali e le nuove Comunità, in occasione della Pentecoste, senza tralasciare il contributo che il Rinnovamento nello Spirito ha offerto in occasione del Grande Giubileo del 2000, in modo speciale aiutando i giovani e le famiglie» (clicca qui per l’estratto del Discorso). Nello stesso pomeriggio di quel 14 marzo 2002, presso la Basilica di san Giovanni in Laterano, il cardinale Camillo Ruini, allora vicario del Papa per la città di Roma e presidente della CEI, presiedeva una solenne Celebrazione Eucaristica di ringraziamento. 

festa-del-ringraziamento-2

La Festa del Ringraziamento e la Convocazione diocesana del RnS 

Da ormai diciannove anni, il 14 marzo viene celebrato come “Festa del Ringraziamento” da tutti i Gruppi e le Comunità del RnS, con speciali iniziative declinate con modalità diverse in tutta Italia, all’interno della Convocazione diocesana RnS. In ogni Diocesi, le sorelle e i fratelli si ritrovano per ribadire l’appartenenza al Movimento e ripercorrere i momenti più significativi dell’anno trascorso. Organizzato con il consueto stile coinvolgente e fraterno che caratterizza la dimensione comunitaria del RnS, l’incontro rappresenta unopportunità per i Gruppi, le Comunità e i Cenacoli di ritrovarsi, alla presenza del Vescovo, in un momento di festa. Fino all’arrivo della pandemia, che ha sconvolto le esistenze di tutti noi, travolgendo le abitudini consolidate e costringendoci a trasformare gli incontri dal vivo in eventi online, per scongiurare ogni minimo rischio di contagio. Nel 2020, dunque, questo appuntamento storico è stato ripensato in questa direzione, senza però intaccarne la “sostanza”. Esattamente un anno fa, difatti, una Santa Messa presieduta dal Vescovo ausiliare di Roma, mons. Gianpiero Palmieri, già nel contesto del primo lockdown nazionale, è stata trasmessa in diretta streaming dalla Cappella dedicata alla “Vergine dalle mani alzate” presso la Sede nazionale del RnS di Roma. Da qui, ha preso vita quella che da subito è stata ribattezzata come una urgente, provvidenziale e prolifica “conversione digitale”, per garantire a quanti più aderenti possibile, tramite i nuovi mezzi di comunicazione, accompagnamento spirituale e strumenti di evangelizzazione e formazione, nonostante il distanziamento sociale imposto dalle normative governative.

festa-del-ringraziamento-3

L’appuntamento del 2021: un momento da non perdere

Si avvicina, ora, la sentita scadenza della imminente Giornata del “Ringraziamento – Convocazione Diocesana” in programma per sabato 13 e domenica 14 marzo, laddove possibile in presenza e con la partecipazione del Vescovo locale. Un appuntamento con lo Spirito Santo da non perdere e, dati i tempi di prova e ristrettezze, da vivere con sobrietà e nella dimensione eucaristica del ringraziamento. Già venerdì 12 marzo, alle ore 20.30, sul sito del RnS è previsto un collegamento live, sempre dalla Cappella della Sede nazionale, che vedrà partecipe tutto il Comitato Nazionale di Servizio per una diretta (clicca qui per la diretta). Nella stessa serata verrà preventivamente mostrato il tradizionale video a cura del Presidente (clicca qui per vedere il video a cura del Presidente), per raccontare i momenti salienti dell’anno trascorso dal RnS a livello nazionale. Sarà un segno di unità per celebrare la Festa con tutte le realtà diocesane, in special modo con quei Gruppi e Comunità che a causa della pandemia non saranno in grado di realizzare la Giornata in presenza. Identici per tutte le realtà i momenti portanti che caratterizzano la ricorrenza: la celebrazione di una Messa presieduta dal Vescovo o dal Vicario diocesano; il discorso da parte del Coordinatore diocesano in cui si ripercorrono le tappe degli ultimi dodici mesi e i frutti delle esperienze e del cammino vissuto; le testimonianze su come il RnS abbia attraversato, a livello locale, questo tempo flagellato dal Covid-19. Una stagione drammaticamente funestata dalle malattie, da lutti e da grandi difficoltà economiche e psicologiche, ma anche un autentico kairos in cui le realtà del Rinnovamento hanno potuto riscoprire ulteriori forme di fraternità e di formazione – anche grazie alle possibilità offerte dai media – e nuovi impegni di carità, a fronte dell’impulso e della vicinanza costante del Comitato e del Consiglio nazionale del RnS. Non possiamo che concludere citando un verso dell’Inno di Ringraziamento, noto a tanti fratelli e sorelle, composto in occasione del 40° anniversario del Rinnovamento in Italia: «Signore grazie per questa storia d’amore, per l’alleanza di pace che hai voluto proprio con noi. Rinnovaci nello Spirito Santo, carità eterna, vincolo di questa famiglia, Grazie Signor, grazie Signor…».

Clicca qui per vedere il Video di presentazione della Festa del Ringraziamento 2021 del Presidente Salvatore Martinez (montaggio a cura di Paolo Zunino)

Clicca qui per la diretta del 12 marzo, alle ore 20.30, dalla Cappella della Sede nazionale del RnS

Clicca qui per acquistare lo Statuto del Rinnovamento nello Spirito

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Correlati

Share This